STATUTO

Art. 1

Viene costituita, con unica sede sociale, una Associazione avente carattere scientifico-culturale, senza fini di lucro, con durata a tempo indeterminato, denominata “SOCIETÀ ITALIANA DI ODONTOSTOMATOLOGIA GERIATRICA S.LO.G.”. L’Associazione è apolitica e apartitica.

Art. 2

La S.I.O.G. è un’Associazione apolitica, senza fini di lucro, ed ha i seguenti scopi

  1. A) Raggruppare in un’unica Associazione i laureati in medicina e chirurgia interessati al raggiungimento dei fini di cui al presente statuto, coloro ai quali la legge consente di esercitare l’Odontoiatria, che si occupano di diagnostica, di cura e di prevenzione delle malattie odontostomatologiche degli anziani.
  2. B) Diffondere le conoscenze e le nuove acquisizioni teoriche e pratiche relative alle problematiche odontostomatologiche dell’anziano.
  3. C) Promuovere la rimozione delle barriere economiche, culturali, legislative, architettoniche che impediscono all’anziano di usufruire delle risorse odontostomatologiche pubbliche e private.
  4. D) Incentivare l’interesse del mondo politico, accademico, amministrativo e professionale, ai problemi peculiari dell’Odontostomatologia geriatrica. E) Aggiornare culturalmente e professionalmente i Soci, promuovendo ed organizzando riunioni, tavole rotonde, corsi di aggiornamento, congressi. F) Pubblicare, in proprio, o delegare per la pubblicazione, una rivista scientifica che abbia per temi quelli esposti nei paragrafi precedenti.
  5. G) Esercitare tutte le funzioni consentite dalle vigenti disposizioni di legge.

Art. 3

Le entrate con le quali la S.I.O.G. provvede alla propria amministrazione sono costituite da

  1. a) quote dei soci;
  2. b) contributi di Enti pubblici e privati;
  3. c) eventuali erogazioni.

Art. 4

I Soci si distinguono in Fondatori ed Aderenti.

Art. 5

Soci Fondatori sono quelli che hanno dato vita all’Associazione.

Art. 6

Soci Aderenti sono quelli indicati al successivo art.7 ed ammessi a far parte dell’Associazione dal Consiglio Direttivo ai sensi dell’art.10 del presente Statuto.

Art. 7

Possono essere ammessi come Soci della S.I.O.G., ed in numero illimitato, i laureati in medicina e chirurgia di cui al precedente n. 2 ed anche i cittadini italiani ai quali la legge italiana consente l’esercizio dell’Odontoiatria, nonché i cittadini non italiani ai quali la legge del loro paese di origine consente l’esercizio dell’Odontoiatria, fatto salvo il disposto dell’art 10.

Art. 8

I Soci Aderenti si dividono in Soci Effettivi e Soci Onorari. I Soci Effettivi verseranno una quota stabilita dal Consiglio Direttivo. I Soci Onorari sono esenti dal pagamento di quote e godono di tutti i diritti escluso quello di voto. Ogni Socio ha diritto ad un solo voto.

Art. 9

I Soci che non avranno presentato espressamente le dimissioni entro il 30 novembre, saranno ritenuti confermati per l’anno successivo.

Art. 10

L’ammissione o meno dei Soci sarà deliberata dal Consiglio Direttiva a suo insindacabile giudizio nella prima riunione successiva alla presentazione della domanda. Il Consiglio Direttivo conferisce anche i titoli di Socio Onorario.

Art. 11

I Soci hanno diritto:

a)- a partecipare a tutte le riunioni indette dalla S.I.O.G. di qualsiasi carattere esse siano (sociale, organizzativo, scientifico, culturale, ricreativo, ecc.);

  1. b) – di essere compresi tra coloro che possono far parte degli organi sociali;
  2. c) – di partecipare alle Assemblee generali con diritto di discussione e di voto;
  3. d) – di ricevere comunicazioni, circolari, eventuali pubblicazioni della S.I.O.G.

Art. 12

Gli obblighi dei Soci sono:

  1. a) – versare la loro quota entro la fine di gennaio di ciascun anno;
  2. b) – rispettare in toto il presente Statuto;
  3. c) – comportarsi secondo la deontologia professionale;
  4. d) – contribuire con ogni forma e mezzo al buon nome della S.I.O.G. e collaborare secondo le direttive del Consiglio per il raggiungimento degli scopi prefissi anche senza corrispettivo;
  5. e) – presentare, durante le riunioni, i risultati derivanti da ricerche ed esperienze che essi riterranno opportuno divulgare.

Art. 13

La qualità di Socio si perde per decesso, dimissioni, rinunzia, morosità ed indegnità.

Art. 14

La S.I.O.G. è retta dal Consiglio Direttivo composto di cinque o sette membri eletti dall’Assemblea dei Soci. Il Consiglio elegge nel proprio seno il Presidente, il Vice-Presidente, il Presidente eletto, il Segretario – Tesoriere. Il Consiglio Direttivo resta in carica per tre anni. Il Presidente non è rieleggibile per due mandati consecutivi. Elezione del Consiglio Direttivo: l’Assemblea dei Soci si riunisce ogni tre anni per eleggere il Consiglio Direttivo. L’Assemblea è valida in seconda convocazione con la presenza del trenta per cento dei Soci. Per l’elezione è sufficiente la maggioranza semplice dei presenti.

Art. 15

In via transitoria le cariche sociali della S.I.O.G. sono attribuite ai Soci Fondatori. Ogni tre anni il Presidente convoca l’Assemblea per la nomina del Consiglio Direttivo. Il Presidente eletto del gruppo dei Soci Fondatori diventa il Presidente effettivo del Consiglio Direttivo. Questo si ripeter per ogni triennio.

Art. 16

II Consiglio è convocato dal Presidente o dal Vice Presidente quando essi lo ritengano opportuno quando ne siano richiesti dalla maggioranza dei Consiglieri.

Il Consiglio è presieduto dal Presidente e, in assenza, dal Vice Presidente, in assenza di entrambi dal più anziano in età dei presenti.

Art. 17

Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio Direttivo ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto di chi presiede.

Art. 18

I membri del Consiglio che non parteciperanno per tre volte consecutive e senza giustificato motivo alle riunioni del Consiglio medesimo, potranno essere dichiarati decaduti e sostituiti a norma dell’art.13.

Art. 19

Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza limitazioni di sorta, salvo quei poteri e quelle facoltà riservate in modo esclusivo alla competenza dell’Assemblea dei Soci dalla legge e dal presente Statuto.

Art. 20

La rappresentanza legale e la firma sociale della S.I.O.G, spettano al Presidente in carica, il quale ha facoltà di delegare o di farsi sostituire di volta in volta da un altro componente del Consiglio. II Presidente curerà anche l’esecuzione dei deliberati del Consiglio stesso.

Art. 21

Il Consiglio promuove e dirige le riunioni regionali o nazionali di cui all’art.2 lettere a) e b), indicando le città nelle quali esse dovranno aver luogo.

È facoltà del Consiglio, però, delegare uno o più Soci per l’organizzazione di tali riunioni e di procedere all’istituzione di delegazioni regionali, indicandone le norme regolamentari.

Art. 22

I Soci sono convocati in Assemblea generale ordinaria almeno una volta all’anno dal Consiglio Direttivo mediante comunicazione scritta a ciascun Socio almeno otto giorni liberi prima di quello fissato per le riunioni.

Art. 23

L’Assemblea straordinaria potrà essere convocata ogni volta che il Consiglio Direttivo lo riterrà opportuno. Assemblee ordinarie e straordinarie possono essere convocate anche fuori dalla sede sociale purché in Italia.

Art. 24

L’Assemblea generale ordinaria delibera sul bilancio consuntivo e preventivo, su indirizzi e direttive generali dell’Associazione, sulla nomina di eventuali componenti il Consiglio Direttivo, sulle modifiche dell’atto costitutivo e dello Statuto e su tutto quanto le è demandato per legge o per Statuto. Le variazioni dello Statuto possono essere proposte dal Consiglio Direttivo o, per iscritto, da almeno un terzo dei Soci effettivi.

Art. 25

Hanno diritto ad intervenire all’Assemblea tutti i Soci in regola con il pagamento della quota associativa annuale. I Soci possono farsi rappresentare da altri Soci, anche se membri del Consiglio. Non è ammessa più di una delega a favore della stessa persona.

Art. 26

L’Assemblea è presieduta dal Presidente del Consiglio; in mancanza l’Assemblea nomina il proprio Presidente. Il Presidente dell’Assemblea nomina un Segretario, e se ritiene il caso, due scrutatori.

Spetta al Presidente dell’Assemblea il constatare la regolarità delle deleghe e, in genere, il diritto di intervenire all’Assemblea stessa. Delle riunioni di Assemblea si redige verbale firmato dal Presidente e dal Segretario.

Art. 27

L’Assemblea è validamente costituita in prima convocazione se è presente la metà più uno dei Soci ed in seconda convocazione, un’ora dopo la prima, con qualsiasi numero di Soci presenti.

Art. 28

Per la validità delle deliberazioni delle Assemblee generali, occorre la maggioranza assoluta dei voti dei presenti.

Art. 29

Qualsiasi modifica al presente Statuto dovrà essere approvata dall’ Assemblea generale col voto di almeno due terzi dei soci presenti.

Art. 30

La gestione dell’Associazione è controllata da un Collegio di tre revisori, eletti ogni triennio dall’Assemblea dei Soci.

Art. 31

Lo scioglimento della S.I.O.G. non potrà essere pronunciato che dall’Assemblea generale con il voto favorevole di due terzi dei Soci presenti. Il patrimonio sociale sarà destinato ed assegnato secondo le decisioni dell’Assemblea stessa, con voto di maggioranza.

Art. 32

Tutte le eventuali controversie sociali fra i Soci e l’Associazione ed i suoi organi, saranno sottoposte alla competenza di tre probiviri da nominarsi dall’Assemblea; essi giudicheranno ex bono et aequo senza formalità di procedura. Il loro lodo sarà inappellabile.

Art. 33

Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto, valgono le disposizioni di legge in vigore.

 

Firmato:

Renzo Canestrari

Giovanni Gualandi

Fernando Anzivino

Luciano Dall’Oppio

Giulio Filiberti (Notaio)

Bologna 19 dicembre 1990